Assuli è su Fish Academy, il format dei giovani chef siciliani

I vini Assuli e specialità di mare saranno i protagonisti di 3 puntate del nuovo format Fish Academy creato dal giornale Cronache di Gusto, dedicato ad una delle più famose e saporite specialità della Sicilia. Il profumo di pesce la sera in riva al mare è una delle esperienze più belle, così come raccontarne consumi, trucchi, ricette, preparazioni tipiche e tanto altro, in abbinamento al giusto vino. L’iniziativa mira a promuovere e valorizzare i giovani chef siciliani e la cucina siciliana per richiamare i temi della sostenibilità e del mangiare sano. Dal mare alla padella!

Ogni piatto realizzato dagli chef sarà valutato dai giornalisti di Cronache di Gusto. Il piatto più buono sarà premiato durante una diretta streaming a cui parteciperanno esperti, addetti ai lavori, nel corso della quale Roberto Caruso – Presidente della Cantina Siciliana – omaggerà la Magnum Il Paladino ASSULI al vincitore.

Giovedì 4 febbraio, ore 12.30
Claudio Oliveri – Oliveri 1964 – Bagheria (PA)
Filetti di sgombro su vellutata di finocchio, crumble di olive e arance Sicilia Doc Lucido Donna Angelica – Assuli

Venerdì 12 febbraio, ore 12.30
Salvatore Campagna – Secondo Tempo – Termini Imerese (PA)
Filetto di triglia arrosto con crema di finocchio, caramello all’aceto e arancia, briciole di panella Sicilia Doc Grillo Astolfo – Assuli

Mercoledì 17 febbraio, ore 12.30
Santino Corso – Charleston – Palermo
Filetto di ricciola al barbecue con carciofi e salsa di crostacei Sicilia Doc Zibibbo Dardinello – Assuli

Venerdì 19 febbraio, ore 12.30
Proclamazione dello Chef vincitore. Una puntata speciale con ospiti, addetti ai lavori e i produttori di vino e olio protagonisti di Fish Academy.

In onda sui canali social di Cronache di Gusto:

www.facebook.com/cronachedigusto

www.instagram.com/cronachedigusto

www.youtube.com/user/CronacheDiGusto

GLI CHEF

Oliveri è un giovane molto attaccato alla propria terra ed alla cucina del territorio. Non gli sentirete mai pronunciare la parola gourmet – finalmente! – e non gli importa di stupire. I suoi piatti sono quelli che si possono trovare in molte case siciliane. L’unica differenza sta nell’utilizzo delle più moderne tecniche di preparazione. Quella di Oliveri è una cucina che presta particolare attenzione alla qualità, alla freschezza e alla stagionalità della materia prima, prediligendo quella del proprio territorio. “Tengo molto alla storia della mia famiglia – dichiara – i miei piatti raccontano la mia storia e quella del mio territorio attraverso la storia della mia famiglia”.

Classe 1986, con grande esperienze alle spalle (ha lavorato, tra l’altro con Enrico Bartolini, toscano, l’unico chef della guida Michelin ad avere conquistato 4 stelle in un sol colpo), Campagna segue una filosofia di cucina che coniuga stagionalità con la possibilità di proporre i migliori prodotti del territorio, secondo disponibilità, ottenendo il massimo del loro sapore grazie a una cucina più sostenibile e salutare. Ogni ingrediente deve essere riconoscibile al palato, questa è la ragione per cui il menù del ristorante viene rivisitato “secondo tempo”, proponendo per ogni stagione piatti differenti.

Nei piatti di Corso la lingua di base rimane sempre il siciliano ma con accenti internazionali. È artefice di un rinnovamento che guida la cucina in maniera eclettica e moderna. Curioso e infaticabile, conduce la sua brigata verso lunghe cotture, fermentazioni, evoluzioni a tutto vantaggio del gusto. Nominato Miglior Chef under 30 della Sicilia nella Gara di Gusto organizzata da Cronache di Gusto. Ha iniziato il suo percorso frequentando l’istituto alberghiero Cascino di Palermo e successivamente studiando Economia e Amministrazione aziendale presso l’Università degli studi di Palermo. Rientra dopo diverse esperienze internazionali al ristorante Charleston nella sua sede di Mondello, in qualità di Sous-chef, per poi assumere l’incarico di Chef nell’agosto 2017.

I VINI

Donna Angelica 2017

Bianco fresco con una raggiunta armonia di salinità e mineralità, offre un bouquet fruttato ampio con sentori floreali, di albicocca e di frutta a polpa bianca. Piacevole al palato piacevole, con note di buccia d’arancia e pesca che emergono sul lungo finale. Elegante, con una certa struttura.

Astolfo 2017

Bianco fresco con una raggiunta armonia di salinità e mineralità, offre un ampio ventaglio di frutta tropicale tra cui ananas e forti sentori di cedro.

Dardinello 2019

Bianco fresco e morbido al palato, con note di pesca e agrumi di Sicilia e una piacevole armonia di salinità e mineralità.

Scarica il comunicato stampa